Ambienti

L’ambiente può compensare i deficit cognitivi. Le caratteristiche dell’ambiente, pur non mutando il naturale decorso della malattia, possono ridurre i problemi comportamentali e rallentare il declino delle capacità funzionali dei soggetti con demenza. Tuttavia perché ciò sia possibile, gli spazi devono allontanarsi dalle grigie e anonime ambientazioni legate al concetto di “istituzionalizzazione” e divenire spazi residenziali e ambienti di vita organizzati per funzioni e finiture in base alle esigenze di chi li vive.

Spazi che stimolano l’autonomia residua e la ricerca di qualità del vivere che si mantiene anche in età avanzata. I nostri ambienti si distinguono per essere del tutto privi di corridoi. Anche i colori hanno la loro importanza. Le porte ad esempio sono ad anta unica con colori diversi per differenziarli dagli ambienti. Le pareti, di colore diverso, hanno declinazioni pastello e toni caldi e naturali nel soggiorno e nella zona relax, mentre colori vivaci contraddistinguono gli ambienti di servizio e i laboratori.

Il nostro sistema di illuminazione prevede corpi illuminanti a luce calda e diffusa in modo omogeneo.

La pavimentazione è distinta per ambienti. Nelle zone comuni prevale il pavimento in legno naturale, negli ambienti di servizio ceramiche antiscivolo con colori neutri.

Particolare attenzione è stata riservata agli arredi. Sedie, tavoli, poltrone, divani, librerie ecc. sono stati realizzati con materiali naturali e resistenti tenendo conto delle norme di sicurezza.

Tutti gli ambienti condivisi sono dotati di videocamere per garantire la sicurezza e l’incolumità degli utenti. L’obiettivo che abbiamo perseguito, con la consulenza di tecnici specialisti nel settore, è stato coniugare la funzionalità e la fruibilità degli spazi con il confort e la sicurezza.