Gastroenterologo.jpg

Gastroenterologia

Il reparto di Gastroenterologia si occupa delle patologie a carico di stomaco, intestino e, più in generale, di tutto l'apparato digerente.

La visita specialista dal Gastroenterologo è la prima fase di valutazione della situazione clinica del Paziente, e può essere richiesta per un numero particolarmente vasto di sintomatologie quali (le più comuni) sono bruciore di stomaco, nausea, mal di pancia, oppure difficoltà digestive. 

Da Villa Anita - Medical Care ci occupiamo di malattie infiammatorie croniche intestinali (IBD), lavorando a stretto contatto con l'IRCCS "Saverio De Bellis" di Castellana Grotte.

Diagnostica Endoscopica

Gastroscopia (EDGS)

Cosa è? La gastroscopia (EGDS) viene eseguita mediante una sonda flessibile, detta gastroscopio, dotata di una telecamera collegata ad una fonte luminosa, che consente di esplorare sotto visione la mucosa dell'esofago, dello stomaco e del duodeno.

A cosa serve? La gastroscopia consente di visualizzare alterazioni della mucosa di esofago, stomaco e duodeno (infiammazioni, lesioni ulcerative, sanguinamenti, polipi, tumori maligni).

Quanto dura? 10 Minuti

Preparazione: La gastroscopia deve essere eseguita a digiuno da almeno 6 ore, perché la presenza di alimenti nello stomaco interferirebbe con un’adeguata esplorazione delle pareti.

Rettoscopia

Cosa è? La rettoscopia è l’esame diagnostico che consente di osservare l’ano e la parte finale dell’intestino, ovvero l’intestino retto.

A cosa serve? La rettoscopia è l’esame diagnostico che consente di esplorare ano e retto alla ricerca di patologie di vario genere come poliposi, fistole rettali, fistole anali e tumori che riguardano quest’area del nostro organismo.

Quanto dura? 15 Minuti

Preparazione: La sera prima di sottoporsi a una rettoscopia e la stessa mattina dell’esame, circa due ore prima, il paziente deve eseguire un clistere di pulizia, utilizzando i clisteri per adulti da 120cc, acquistabili in farmacia.

Colonscopia

Cosa è? La Colonscopia è un esame medico di ambito gastroenterologico che permette una visione interna del colon del paziente.

A cosa serve? È un esame molto importante e richiesto, utilizzato per la diagnosi di tutte le malattie e le problematiche del colon 

Quanto dura? dai 15 ai 25 minuti

Preparazione: È necessario seguire una particolare preparazione per la pulizia da tutti i residui in esso contenuti. La preparazione riguarda due aspetti fondamentali: la dieta e l’assunzione di farmaci lassativi. Nelle 6 ore precedenti l’esame non sarà possibile assumere né cibi solidi né liquidi. La cena la sera precedente l’esame dovrà essere completamente liquida con, ad esempio, tè o camomilla.

Anoscopia

Cosa è? L’anoscopia è l’esame eseguito dal medico proctologo che consente di visualizzare la mucosa ano-rettale attraverso l’introduzione nel canale anale dell’anoscopio, un cilindro di plastica trasparente lungo circa 7-8 centimetri e del diametro di circa 20 millimetri.

A cosa serve? L’anoscopia serve a evidenziare la presenza di eventuali patologie anorettali come le emorroidi, le ragadi anali e altre patologie che provochino il sanguinamento rettale, compreso il cancro del retto inferiore e dell’ano.

Quanto dura? 15 Minuti

Preparazione: Due-tre ore prima dell’anoscopia si deve eseguire una peretta evacuativa da 100 ml circa.

Patologie Trattate

Patologie Neoplastiche e pre-neoplastiche

• Esofago di Barrett

• Neoplasia maligne e benigne iniziali dell’esofago e stomaco /GIST

• Gastrite cronica, atrofica e autoimmune

• Neoplasia benigne (polipi) e maligne iniziali del colon retto

• Sindrome neoplastiche ereditarie dell’apparato digerente

• Neoplasie del pancreas e delle vie biliari

Patologie non neoplastiche

• Malattie infiammatorie e croniche intestinali (Malattia di Crohn e colite ulcerosa)

• Malattie da reflusso (Gastrofageo / Esofagite)

• Gastrite cronica e infezioni da helicobacter pylori

• Ulcera peptica (ulcera gastrica e ulcera duodenale)

• Celiachie e disturbi dell’assorbimento

• Malattie diverticolare

• Calcolosi biliari

• Cirrosi epatiche e sue complicanze

• Colangite sclerosante

• Pancreatite cronica

• Obesità

Patologie Funzionali dell’apparato digerente

• Acalasia e disfunzioni motorie primitive dell’esofago

• Dispepsia

• Sindrome dell’intestino irritabile

• Stipsi cronica

• Incontinenza fecale primaria e secondaria

• Pseudo ostruzioni intestinali croniche

Medici specialisti

360_F_346839683_6nAPzbhpSkIpb8pmAwufkC7c5eD7wYws.jpeg
Dottor Giorgio.jpeg
360_F_346839683_6nAPzbhpSkIpb8pmAwufkC7c5eD7wYws.jpeg
360_F_346839683_6nAPzbhpSkIpb8pmAwufkC7c5eD7wYws.jpeg
360_F_346839683_6nAPzbhpSkIpb8pmAwufkC7c5eD7wYws.jpeg
360_F_346839683_6nAPzbhpSkIpb8pmAwufkC7c5eD7wYws.jpeg

Dott. A. Pisani

(Direttore Unità Complessa di Gastroenterologia IRCCS Castellana)

Dott. P. Giorgio

(Specialista in Gastroentorolgia IRCCS Castellana)

Dott. M. Mastronardi

(Specialista in Gastroenterologia, Responsabile Malattie Infiammatorie Croniche Intestinali [IBD] IRCCS Castellana)

Dott. ssa R. Lovero

(Specialista in Gastroenterolgia IRCCS Castellana)

Dott. G. Cozzoli

(Specialista in Gastroenterolgia ASL BAT)

Dott. M. Lisena

(Specialista in Gastroenterolgia ASL BA)